+

Modificare ID test

Ha già effettuato l’accesso con # conferma di voler abbandonare ed effettuare l’accesso con un nuovo ID?
Sì, effettuare l’accesso con il nuovo ID

no, annullare
Loading...
+
Logo

Iniziamo!

Risponda al nostro semplice questionario della durata di 1 minuto.
Alle domande

Il Suo risultato è:

Suo

Abbiamo altre informazioni da mostrarle…

Si prenda un minuto per rispondere al nostro modulo e accedere a informazioni più approfondite sul Suo profilo di acidi grassi.
Le Sue risposte non influenzeranno il risultato.
Alle domande

Sicuro?

Rispondendo a questo modulo, avrà accesso a tutti i dati sul Suo profilo di acidi grassi e, se i risultati non sono pronti, Le invieremo una notifica non appena lo saranno. Se decide di non rispondere alle domande, potrà vedere solo il Suo equilibrio Omega-6:3.
Le Sue risposte non influenzeranno i risultati.
Alle domande
Sì, sono sicuro
Fase 1 di 5

Qual è il Suo Paese di provienienza?

Indietro
Fase 2 di 5

Selezionare età, peso e altezza

Indietro
Fase 3 di 5

Selezionare il sesso

Femmina
Maschio
Altro
Indietro
Fase 4 di 5

Ha mai assunto un integratore di Omega-3?

No
Sì, per un breve periodo di tempo
Sì, per più di 120 giorni
Indietro
Fase 5 di 7

Quale di queste opzioni descrive meglio la Sua dieta?

Onnivora
(Mangio tutto)
Latto-ovo-vegetariana
(Non mangio carne)
Pescetariana
(Mangio solo pesce e frutti di mare)
Vegetariana
(Non mangio alcun prodotto animale)
Indietro
Fase 5 di 5

Noi proteggiamo la Sua privacy

Effettuando il BalanceTest e inviando il Suo campione di sangue al laboratorio, Lei accetta altresì di autorizzare Zinzino ad analizzare i Suoi dati personali sulla Sua salute, che verranno poi archiviati nel nostro database e visualizzati su Sua richiesta in questo sito web.
Qualora in futuro decidesse di voler eliminare i Suoi dati personali dal nostro database, ci invii un’e-mail con la Sua richiesta e il Suo ID BalanceTest all’indirizzo info@zinzino.com.
Accetto
Fase 4b di 5

Che tipo di integratore di Omega-3?

BalanceOil
Essent (capsule softgel)
BalanceOil Vegan
BalanceOil AquaX
Altri integratori di Omega-3
Indietro
+
Logo

Iniziamo!

Risponda al nostro semplice questionario della durata di 1 minuto.
Alle domande
Niente affatto. Se non desidera rispondere alle domande prima di ottenere il risultato del test Equilibrio Omega-6:3, può decidere di saltare questo passaggio.
Le mie risposte influenzeranno il mio risultato?

Sicuro?

Rispondendo a questo modulo, avrà accesso a tutti i dati sul Suo profilo di acidi grassi e, se i risultati non sono pronti, Le invieremo una notifica non appena lo saranno. Se decide di non rispondere alle domande, potrà vedere solo il Suo equilibrio Omega-6:3.
Le Sue risposte non influenzeranno i risultati.
Alle domande
Sì, sono sicuro
Fase 1 di 7

Qual è il Suo Paese di provienienza?

Indietro
Fase 2 di 7

Selezionare età, peso e altezza

Indietro
Fase 3 di 7

Selezionare il sesso

Femmina
Maschio
Altro
Indietro
Fase 4 di 7

Ha mai assunto un integratore di Omega-3?

No
Sì, per un breve periodo di tempo
Sì, per più di 120 giorni
Indietro
Fase 5 di 7

Quale di queste opzioni descrive meglio la Sua dieta?

Onnivora
(Mangio tutto)
Latto-ovo-vegetariana
(Non mangio carne)
Pescetariana
(Mangio solo pesce e frutti di mare)
Vegetariana
(Non mangio alcun prodotto animale)
Indietro
Fase 6 di 7

Desidera ricevere una notifica nel momento in cui sarà pronto il Suo test?

No
Indietro
Fase 7 di 7

Noi proteggiamo la Sua privacy

Effettuando il BalanceTest e inviando il Suo campione di sangue al laboratorio, Lei accetta altresì di autorizzare Zinzino ad analizzare i Suoi dati personali sulla Sua salute, che verranno poi archiviati nel nostro database e visualizzati su Sua richiesta in questo sito web.
Qualora in futuro decidesse di voler eliminare i Suoi dati personali dal nostro database, ci invii un’e-mail con la Sua richiesta e il Suo ID BalanceTest all’indirizzo info@zinzino.com.
Accetto
Fase 6b di 7

Attivare notifiche (facoltativo)

Inserisca qui sotto i Suoi dati di contatto. Le invieremo una notifica quando il test sarà stato analizzato e i risultati saranno pronti.
+ Aggiungere
Indietro
Fase 4b di 7

Che tipo di integratore di Omega-3?

BalanceOil
Essent (capsule softgel)
BalanceOil Vegan
BalanceOil AquaX
Altri integratori di Omega-3
Indietro

I Suoi risultati non sono ancora pronti

Il laboratorio impiegherà all’incirca 10-20 giorni per analizzare il Suo campione di sangue. Controlli di nuovo fra qualche giorno se i Suoi risultati sono pronti.
Chiudere

Grazie per aver risposto!

Il Suo test non è ancora stato analizzato. Il laboratorio impiegherà all’incirca 10-20 giorni per analizzare il Suo campione di sangue. Se ha scelto di attivare le notifiche, La contatteremo quando i Suoi risultati saranno pronti.
Mentre aspetta i Suoi risultati, non si dimentichi di assumere la Sua dose giornaliera di un prodotto Balance!
Chiudere
+
Logo

Siamo davvero spiacenti!

Abbiamo riscontrato un problema tecnico e purtroppo abbiamo bisogno di un nuovo campione da parte Sua; contatti il nostro servizio clienti per ricevere ulteriori indicazioni.
AL MODULO

Il Suo campione conteneva una quantità troppo piccola di sangue

Il Suo campione conteneva una quantità troppo piccola di sangue e non è stato possibile analizzare i Suoi acidi grassi. Purtroppo, abbiamo bisogno di un nuovo campione da parte Sua. Compili il modulo per ricevere un nuovo BalanceTest.
AL MODULO

Il Suo campione non era presente all’interno della busta

A quanto pare, ha dimenticato di inserire il campione nella busta. Purtroppo, avremo bisogno di un nuovo campione da parte Sua. Compili il modulo per ricevere un nuovo BalanceTest.
AL MODULO
Informazioni inviate. Grazie.

Compili le seguenti informazioni e Le forniremo un nuovo BalanceTest.

Inviare
Inserire l’ID test
Ok
id:
Paese:
Sesso:
Età:
BalanceOil:
Altri Omega-3:
BalanceOil AquaX:
BalanceOil Vegan:
Essent:

Come sono calcolati i risultati

• Il contenuto di 11 acidi grassi è calcolato in percentuale (%)

• I valori di Omega-3 sono una parte importante dei calcoli

• Sono necessari valori elevati di Omega-3 per ottenere buoni risultati nei calcoli

Valore di protezione

Il 'Valore di protezione' viene calcolato da un'equazione che unisce tutta la catena lunga degli acidi grassi essenziali (omega-6 e omega-3), il livello di Indice Omega-3 e l'Equilibrio Omega-6:3. Se il tuo 'Valore di protezione' supera il 90% (valore verde) la vostra dieta è equilibrata ed anti-infiammatoria.  Tuttavia, se questo valore è inferiore al 90% (valori gialli o rossi) è possibile trarre beneficio cambiando la propria dieta in base al nostro "Come cambiare la tua guida alimentare”.
Per saperne di più
Obiettivo alimentare
0%
50% 90%
100%
Insufficiente
Discreto
Ottimale

Molti studi hanno dimostrato che il profilo degli acidi grassi nei lipidi circolanti nel sangue riflettono l’assunzione alimentare dei grassi, che a sua volta riflette lo stato di salute [23, 24, 25, 26, 27]. I grassi presenti nel sangue riflettono i tipi di grasso che il tuo corpo ha a disposizione per produrre energia e sviluppare cellule e tessuti, comprese le membrane cellulari. Gli acidi grassi alimentari essenziali omega-6 linoleico (LA) e omega 3 alfa-linoleico (ALA) devono provenire dalla dieta in quanto il corpo non è in grado di produrli da solo. L’acido essenziale alimentare linoleico omega-6 (LA) viene convertito nel corpo in acido arachidonico omega-6 (AA). L'acido essenziale alimentare alfa-linoleico omega-3 (ALA) viene convertito nel corpo in acido omega-3 eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico omega-3 (DHA), come illustrato nella Figura 1. Tuttavia, l’ALA da una fonte vegetale non è sufficientemente convertito in EPA e DHA marini nel corpo e deve essere compensato mediante assunzione diretta di EPA e DHA da fonti marine.

 

Gli acidi grassi Omega-6 e Omega-3 vengono accumulati nelle membrane cellulari. Quando gli acidi grassi Omega-6 e Omega-3, come l’acido arachidonico omega-6 (AA), acido eicosapentaenoico omega-3 (EPA) e acido docosaesaenoico omega-3 (DHA) vengono liberati dalle membrane cellulari, vengono trasformati in potenti "ormoni" locali. Questi "ormoni" locali controllano la contrazione del muscolo liscio e le infiammazioni in tutto il corpo. È la produzione di questi "ormoni" locali dai loro acidi grassi precursori AA, EPA e DHA che decide se la dieta è pro-infiammatoria o anti-infiammatoria. Una dieta pro-infiammatoria a lungo termine può essere devastante per la salute.
 
La buona salute del cuore degli eschimesi della Groenlandia ha portato gli scienziati a sospettare che l'alto consumo di pesce svolga un ruolo protettivo [28]. Uno studio di 20 anni condotto su 852 uomini olandesi del medioevo che hanno consumato almeno 30 grammi di pesce alla settimana ha dimostrato un buono stato di salute del cuore rispetto agli uomini che non mangiavano pesce [29]. Uno studio di 30 anni condotto su oltre 2.100 uomini di Chicago che mangiavano almeno 35 grammi di pesce tutti i giorni ha dimostrato ugualmente un buono stato di salute del cuore rispetto a coloro che non ne consumavano [30]. Uno degli effetti più importanti degli omega-3 marini EPA e DHA del pesce per la salute del cuore è la loro capacità di inibire la fibrillazione ventricolare e il conseguente arresto cardiaco nella prevenzione primaria e secondaria [31].

Figura 1. Il Metabolismo dall'acido linoleico Omega-6 (LA) all'acido arachidonico Omega-6 (AA) e dall'acido vegetable alfa-linolenico Omega-3 (ALA) agli Omega-3 marini EPA e DHA.

Indice Omega-3

Il 'Indice Omega-3' è il valore percentuale combinato degli acidi grassi marini omega-3 EPA e DHA sottratto al valore totale degli acidi grassi presenti nel sangue.
Il livello di omega-3 marini EPA e DHA dovrebbe preferibilmente essere superiore all'8% (valore verde) del totale degli acidi grassi. Se il livello scende sotto il 4% (valore rosso) il corpo potrebbe andare incontro ad una difficoltà nel mantenimento di cellule normali e nello sviluppo dei tessuti (omeostasi). Se questo valore è inferiore all’8% (valore giallo o rosso) è possibile trarre beneficio dal cambiamento della propria dieta in base al nostro "Come cambiare la tua guida alimentare”.

Per saperne di più
Obiettivo alimentare
0%
4% 8%
12%
Insufficiente
Discreto
Ottimale

Il livello di omega-3 marini EPA e DHA è un importante fattore determinante in molti processi di salute, soprattutto in quelli collegati allo stile di vita. Per ulteriori informazioni sui livelli di Omega-3 e sui disturbi correlati, si prega di prendere visione della letteratura scientifica nei numeri di riferimento; [6, 8, 32]. L'acido omega-3 eicosapentaenoico marino (EPA) è il più importante acido grasso omega-3 presente in muscoli e fegato, mentre l'acido docosaesaenoico omega-3 marino (DHA) è dominante negli occhi, nello sperma e nella corteccia cerebrale. L'acido grasso omega-3 DHA è essenziale per il normale sviluppo funzionale del cervello e della retina, in particolare nei neonati prematuri. Il DHA è essenziale per lo sviluppo prenatale del cervello poichè è responsabile del 40% degli acidi grassi dei fosfolipidi nella membrana cerebrale. Un corretto consumo di DHA è stato associato a molteplici benefici per la salute tra cui lo sviluppo retinico e cerebrale, l’invecchiamento, la formazione della memoria, la funzione sinaptica della membrana, la biogenesi del fotorecettore e la neuro-protezione [10, 33, 34].

Equilibrio Omega-6:3

L’Equilibrio Omega-6:3 è misurato come il rapporto tra l’acido arachidonico omega-6 “vegetale”(AA) eicosanoide che produce 20 atomi lunghi di carbonio e l’acido omega-3 marino eicosapentaenoico (EPA). Questo rapporto è un'espressione approssimativa della distribuzione tra acidi grassi vegetali e acidi grassi del pesce nella dieta seguita. Un eccesso di verdura omega-6 acidi grassi renderà la dieta squilibrata e pro-infiammatoria (Figura 2).
Il rapporto tra Omega-6 (AA) e Omega-3 (EPA) dovrebbe essere preferibilmente inferiore a 3:1 (valore verde).  Se questo valore è superiore a 3:1 (valore giallo o rosso) è possibile trarre beneficio cambiando la propria dieta in base al nostro "Come cambiare la tua guida alimentare”.
Per saperne di più
Obiettivo alimentare
125:1
9:1 3:1
1:1
Non equilibrato
Semi-equilibrato
Equilibrato

Figura 2. Un eccesso di verdura Omega-6 acidi grassi renderà la dieta squilibrata e pro-infiammatoria.

 

La figura 3 mostra che, tra i primi 45.331 campioni ‘primi’ analizzati nei nostri laboratori, la maggior parte presenta uno squilibrio tra Omega-6 (AA)/Omega-3 (EPA) e gli interessati dovrebbero migliorare la loro abitudine alimentare. Questa conclusione è la stessa anche dopo la valutazione di 400.000 campioni (fino a giugno 2019).  

 

Figura 3. L'equilibrio Omega-6 (AA) / Omega-3 (EPA) dovrebbe preferibilmente essere inferiore a 3.1, come indicato dalla linea verde in concomitanza del livello ideale di Omega-3.

 

Un normale equilibrio tra omega-6 e omega-3 è importante per mantenere un normale sviluppo delle cellule e dei tessuti (omeostasi) e aiuta il controllo dell'infiammazione corporea. Questi acidi grassi sono precursori degli "ormoni" locali come prostaglandine, leucotrieni e trombossani che regolano il processo infiammatorio nonché la contrazione e il rilassamento del muscolo liscio.
Squilibri degli acidi grassi omega-6 e omega-3 sono stati osservati in molti problemi di salute connessi allo stile di vita. Per ulteriori informazioni sui livelli di omega-6/omega-3 e sui disturbi correlati, si prega di prendere visione della letteratura scientifica nei numeri di riferimento; [7, 12, 16]. Una dieta correttamente equilibrata e antinfiammatoria degli acidi grassi omega-6 e omega-3 è fondamentale per la salute di tutte le donne incinte e per i loro bambini, poiché lo sviluppo del cervello e del sistema nervoso del bambino richiede un quantitativo consistente ed equilibrato di acidi grassi omega-6 e omega-3 che devono venire dalla madre [35, 36]. Un buon equilibrio di acidi grassi omega-6 e omega-3 supporterà la funzione nervosa e la salute mentale, un cuore sano e il sistema circolatorio, lo stomaco, la corretta funzione intestinale e polmonare e anche una pelle sana (Vedi Ricerca, progetti di sviluppo interno).

Figura 4. Dieta equilibrata.

Indice di acido arachidonico (AA)

Il Suo indice AA mostra il valore dell’acido grasso arachidonico (AA) Omega-6. Gli Omega-6 sono una famiglia di acidi grassi essenziali, che il corpo non è in grado di produrre. Pertanto, questi acidi grassi devono essere introdotti attraverso la dieta. Le diete moderne eccedono in acido linoleico (LA) Omega-6, che regola la conseguente produzione di tutti gli altri acidi grassi Omega-6 affinché si raggiunga un valore ottimale nel corpo. A causa dell’eccesso di Omega-6 (LA), questi valori ottimali sono solo leggermente influenzati dai cambiamenti alimentari, tra cui l’uso di integratori alimentari come BalanceOil. 
Per saperne di più

 
Obiettivo alimentare
0
4.5 6.5
9.5 12.5
25
Insufficiente
Discreto
Ottimale

L’acido arachidonico (AA) è l’acido grasso Omega-6 più importante per il corpo. È il punto di partenza per la produzione di ormoni tissutali locali innescati dagli Omega-6, come le prostaglandine, i trombossani e i leucotrieni. Questi ormoni tissutali sono coinvolti in attività infiammatorie e sono una delle principali cause del dolore. L’infiammazione è un processo fisiologico che si verifica in risposta a un’infezione o lesione. La funzione generale dell’infiammazione acuta è quella di proteggere l’organismo dai danni limitando la progressione dell’infezione o l’impatto della lesione. Un’infiammazione prolungata (cronica) può essere dannosa per l’organismo. 
L’indice di AA mostra il valore misurato dell’acido arachidonico (AA) come una percentuale sottratta dagli acidi grassi totali misurati. Valori medi nella norma rientrano nell’intervallo fra il 6,5% e il 9,5%, con un valore ottimale dell’8,3%. Alcuni individui sono geneticamente predisposti a un livello di AA inferiore al 5% (nella gamma gialla o rossa della scala), mentre altri a un livello superiore al 10% (nella gamma gialla o rossa della scala). Il primo gruppo potrebbe voler aumentare l’assunzione di buone fonti alimentari di acido arachidonico (AA), ad esempio uova e prodotti a base di carne provenienti da animali allevati con cereali, come il pollo, mentre il secondo gruppo potrebbe trarre beneficio dall’evitare fonti alimentari ricche di AA.  
La percentuale di AA costituisce un fattore in molti dei nostri calcoli e se il valore di AA è inferiore al 5% o superiore al 12%, allora ha un effetto indesiderato su alcuni dei valori indicati nei risultati del test.

 


Immagine 5. Il valore obiettivo dell’acido arachidonico è dell’8,3% 

L’immagine 5 mostra che, sulla base di 42.489 singoli campioni analizzati nei nostri laboratori, la maggior parte risulta avere un’efficienza di formazione ottimale di AA. La conclusione è la stessa dopo aver valutato 369.000 campioni nell’aprile 2020.

Un basso livello di AA può derivare da una ridotta attività enzimatica nella sintesi di AA (Immagine 1) o da un inadeguato consumo di acido linoleico Omega-6 (LA), a causa di una dieta priva di grassi o fortemente ridotta di grassi. Bassi livelli di AA possono portare a infezioni più frequenti o a ritardi nella guarigione delle ferite[37, 38].

Fluidità della membrana cellulare

Il rapporto tra gli acidi grassi saturi, gli acidi grassi essenziali eicosapentaoenici marini omega-3 (EPA) e gli acidi docosaesaenoici (DHA) è indicativo della fluidità della membrana cellulare. Più i grassi sono saturi in una membrana, più la membrana é rigida. Al contrario, più i grassi sono polinsaturi in una membrana, più fluida é la membrana. Questo indice dovrebbe essere inferiore a 4:1. Se questo valore è superiore a 4:1 (valore giallo o rosso) è possibile trarre beneficio cambiando la propria dieta in base al nostro "Come cambiare la tua guida alimentare”.
Per saperne di più

 
Obiettivo alimentare
25:1
9:1 4:1
1:1
Insufficiente
Discreto
Ottimale

La figura 6 mostra la ”Fluidità della membrana cellulare" dei primi 45.329 campioni “primi” analizzati nei nostri laboratori, e dimostra che la maggior parte presenta uno squilibrio e dovrebbe migliorare la propria abitudine alimentare. Questa conclusione è la stessa anche dopo la valutazione di 400.000 campioni (fino a giugno 2019).

 

Figura 6. Fluidità della membrana cellulare deve essere preferibilmente inferiore a 4:1.

 

L’architettura di composizione e struttura della membrana cellulare è fondamentale per la salute delle cellule e quindi per il corpo. Da un lato, la membrana deve essere sufficientemente rigida per fornire un’architettura strutturale sicura alla cellula. D'altra parte, la membrana deve essere abbastanza fluida per consentire ai nutrienti di entrare e ai prodotti di scarto di fuoriuscire, così da consentire la libera fluttuazione di recettori cellulari nel suo bi-strato di fosfolipidi. I recettori cellulari nel bi-strato di fosfolipidi sono luoghi vincolanti o "stazioni di aggancio” per gli ormoni e per altre sostanze nutrienti bioattive che influenzano la vita delle cellule. Un esempio sono le particelle di colesterolo che trasportano acidi grassi e altri componenti grassi dal fegato alle cellule. La proteina gialla in cima alla particella di colesterolo (Figura 7) si connette al recettore sulla superficie della membrana cellulare per fornire acidi grassi e altri componenti grassi alla cellula. Idealmente, i recettori cellulari che fluttuano liberamente dovrebbero muoversi sulla superficie della membrana "come quando si fa rafting in una imbarcazione su di un fiume".

 

Figure 7. Free floating cellular receptors and a cholesterol particle that carries fatty acids and other fat components in the blood from the liver to all of the body’s cells.

Forza mentale

Il rapporto tra acido arachidonico Omega-6 (AA) e acido eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico (DHA), acidi grassi essenziali marini Omega-3, riflette il benessere legato all’umore. Questo indice deve essere inferiore a 1:1. Se è superiore a 1:1 (nella gamma gialla o rossa), potrebbe essere utile modificare la propria alimentazione seguendo la nostra “Guida su come modificare la dieta”.
Per saperne di più
Obiettivo alimentare
6:1
3:1 1:1
0.5:1
Insufficiente
Discreto
Ottimale

L’immagine 8 mostra che, per quanto riguarda la “Forza mentale” dei primi 45.331 campioni individuali analizzati nel nostro laboratorio, la maggior parte presenta uno squilibrio e dovrebbe migliorare le proprie abitudini alimentari. Questa conclusione è la stessa dopo aver valutato 400.000 campioni (giugno 2019).


Immagine 8. La forza mentale deve essere preferibilmente inferiore a 1:1


L’immagine in basso mostra che la riduzione di questo indice influenza in modo significativo una serie di fattori relativi al benessere legato all’umore[39]. Esistono prove sufficienti secondo cui gli squilibri nel profilo degli acidi grassi possono portare a depressione[40, 41]. L’EPA e il DHA Omega-3 marini possono anche agire come stabilizzatori dell’umore[42, 43].




In uno studio, la somministrazione giornaliera di 3 g di Omega-3​​ marini EPA e DHA per 3 mesi ha ridotto notevolmente sensazioni come la rabbia e l’ansia negli individui che fanno abuso di sostanze, rispetto al gruppo placebo[44]. Molti studi clinici dimostrano che le prestazioni cognitive migliorano con una maggiore assunzione di Omega-3 marini antinfiammatori EPA e DHA[45, 46, 47]. L’infanzia e la vecchiaia sono due fasi critiche e vulnerabili della vita, in cui l’apporto di Omega-3 marini (EPA e DHA) è fondamentale per il buon funzionamento del cervello. Di questi tempi, la carenza di Omega-3 è associata a un deficit di apprendimento e di memoria, così come a sbalzi d’umore.

 

È possibile che si verifichi un meccanismo secondo cui, quando i neuroni vengono stimolati con i neurotrasmettitori, sia gli Omega-3 marini (EPA+DHA) sia l’acido arachidonico Omega-6 (AA) vengono rilasciati dai fosfolipidi di membrana e metabolizzati nel cervello, dando origine a una serie di composti bioattivi come prostaglandine, trombossani, leucotrieni, lipossine, resolvine e proteine, tra cui la neuroprotectina D1 da DHA libero. Questi “ormoni” locali bioattivi possono modulare e influenzare diversi percorsi relativi ai neurotrasmettitori, come la serotonina e la noradrenalina, che influenzano il ritmo delle contrazioni cardiache, l’acetilcolina, che condiziona l’attenzione sostenuta, e la dopamina, che colpisce l’apprendimento guidato dalla ricompensa nel cervello[48, 49, 50].